Buon 21° compleanno WordPress!

Facebook
Twitter
LinkedIn

La piattaforma open-source oggi compie 21 anni. Ripercorriamo allora insieme la storia di WordPress, il CMS più utilizzato al mondo.

Le origini di WordPress

Era il 2003 quando uno studente americano di nome Matt Mullenweg, di soli 19 anni, propose al suo amico e collega Mike Little, un ingegnere inglese, di creare insieme una piattaforma di blogging.
Il 27 maggio dello stesso anno i due sviluppatori annunciarono dunque, con un articolo su WordPress.org, l’uscita della prima versione di WordPress, al tempo un’estensione di b2/cafelog.

Con il passare del tempo quel software che doveva consentire soltanto la creazione facile e immediata di un unico blog divenne prima una piattaforma di blogging multi utente (WordPress MU) e poi un CMS  general purpose (content management system – sistema di gestione dei contenuti), consentendo a tutti gli utenti del web, anche a quelli più inesperti, di creare, gestire e aggiornare in maniera semplice e intuitiva un sito internet.

Scelto da oltre 60 milioni di persone e motore del 35% dei siti web della rete, ad oggi WordPress è considerato il CMS gratuito più utilizzato in assoluto. Un risultato che è stato possibile grazie al rilascio di più di 56.000 plugin e 10.000 temi diversi, che permettono all’utente di creare qualsiasi tipologia di sito web, blog o forum che desidera.

Le versioni e il Jazz

Gli sviluppatori del core di WordPress condividono una passione sfrenata per la musica Jazz, non so se ve ne siete mai accorti ma fin dalla versione 1.0, rilasciata il 3 gennaio del 2004, ogni importante release è stata dedicata ad un famoso musicista della scena Jazz. Miles Davis, Charles Mingus, Ella Fitzgerald, Stan Getz, John Coltrane, Jimmy Smith o Billie Holiday solo per citarne alcuni.

In questi 21 anni sono state sviluppate numerosissime versioni di WordPress, dalla 0.7 alla attuale 6.5.3, pubblicata il 12 maggio 2024. Ogni rilascio è caratterizzato da importanti implementazioni e miglioramenti del sistema, sia in termini di sicurezza, che di velocità e funzionalità. L’aggiornamento 1.2 del 2004 ad esempio ha visto l’ingresso del supporto ai plugin, un’aggiunta essenziale che ha segnato indubbiamente la crescita del software. Con l’aggiornamento Thelonious (3.0) del 2010 invece è stata è stata aggiunta l’interfaccia applicativa di programmazione (API) e creata la nuova funzionalità multi-sito incorporando a WordPress, il software WordPress MU.

Altra svolta all’interno del CMS è stata quella avvenuta nel 2013, con la versione 3.8, con la quale è stato introdotto un supporto design responsive al back-end di WordPress.